venerdì 28 marzo 2014

SOUFFLÉ ALLE CAROTE E CUMINO CON TALEGGIO E YOGURT E SALSA ALL’INSALATA DI PATATE




Grazie Fabiana, per la tua simpatia, la tua competenza, la tua generosità e la tua allegria, ma soprattutto per la tua umiltà.

SOUFFLÉ ALLE CAROTE E CUMINO CON TALEGGIO E YOGURT E SALSA ALL’INSALATA DI PATATE


Ingredienti

per i soufflé
70 ml di panna fresca
50 ml di yogurt greco
1 cucchiaio e ½ di amido di mais
10 g di burro + quanto basta per ungere gli stampi
2 uova
1 carota
30 g di taleggio DOP
1 cucchiaino di semi di cumino
pangrattato quanto basta per ricoprire bordo e fondo degli stampi
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

per la salsa
½ gambo di sedano
½ cipolla
 ½ carota
1 patata
2 rondelle di cipollotto
2 cucchiaini di aceto di mele
olio extravergine d’oliva
sale e pepe





Preparate la salsa (ho preso ispirazione dall’insalata di patate austriaca, gli ingredienti sono gli stessi)
Preparate un brodo vegetale. Fate sudare il sedano, la carota e la cipolla in un tegame con un filo di olio, aggiungete un po’ d’acqua, portate ad ebollizione, salate e fate cuocere per circa un quarto d’ora.
Nel frattempo mettete la patata in un tegame coperta di acqua fredda pulita ma con la buccia e portatela a cottura. Una volta cotta, sbucciatela, tagliatela a pezzetti e mettetela in una ciotola insieme alle rondelle di cipollotto, l’aceto di mele, un filo d’olio, un pizzico di sale e di pepe e ricoprite a filo con il brodo. Una volta raffreddata frullate il tutto fino ad ottenere una salsa liscia e vellutata.

Preparate il soufflé
Tagliate la carota a rondelle. In un tegame fate tostare leggermente i semi di cumino con un filo d’olio, aggiungete la carota, fatela dorare e poi copritela con un po’ d’acqua e portatela a cottura fino a che si sarà ammorbidita e l’acqua si sarà del tutto consumata.
Scaldate il forno a 200°. Con una pennellessa imburrate generosamente gli stampi o lo stampo che devono essere puliti ed assolutamente asciutti, ungete fondo e bordi.
Spargere il pane grattugiato negli stampi in modo che ne siano interamente ricoperti avendo cura di non toccare più l'interno con le dita.
Riponete in frigo fino al momento del riempimento, volendo anche in freezer. Ripassate ancora i bordi con un altro poco di burro pomata e fate raffreddare nuovamente.
Mescolate la maizena con poca panna fresca fuori fuoco e mescolate la panna restante con lo yogurt greco.
Portate ad ebollizione la miscela di panna e yogurt e una volta che raggiunge il bollore unite il mix panna maizena mescolando sempre.
Abbassate la fiamma e proseguite la cottura aiutandovi con una frusta a mano fino ad ottenere una crema spessa.
Allontanate dalla fiamma ed unite il burro avendo cura di continuare sempre a lavorare.
Rompete le uova tenute a temperatura ambiente, separate i tuorli dagli albumi avendo cura di non toccare questi ultimi con le mani.
Unite i tuorli al composto uno alla volta, incorporandoli alla perfezione prima di introdurre il successivo.
Sbriciolate il taleggio e unitelo alla massa mescolando. Aggiungete quindi la carota precedentemente schiacciata grossolanamente con una forchetta.
Salate e pepate e mescolate bene.
Montate a neve ferma gli albumi e uniteli con delicatezza ed in più riprese al composto, badando bene di non smontarli, eseguendo movimenti verticali con una spatola e contestualmente ruotando la ciotola in modo che la massa risulti alla fine molto omogenea.
Versate negli stampi (o nello stampo) arrivando solo ai 2/3 della loro altezza, lisciate delicatamente la superficie con la spatola.
Infornate immediatamente e cuocete senza mai aprire per 15/18 minuti gli stampi piccoli oppure 25/30 minuti in caso di stampo unico. In ogni caso sorvegliate ed estraete quando gonfio e ben dorato in superficie.
L'esterno deve essere compatto, l'interno morbidissimo, umido e soffice come una nuvola.
Servite con la salsa.

Con questa ricetta partecipo all'MTC n.37 con il soufflé di Fabiana.

29 commenti:

  1. ma ne inventi sempre una tu...questo soufflé mi piace ancora più dell'altro... i miei complimenti mari...un bacione e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, sempre carina, buon fine settimana anche a te :)

      Elimina
  2. Ecco cosa "bolliva in pentola" a casa Lasagnapazza!! Compliemnti, un soufflé stupendo! sbaglio o è ancor più alto dell'altro? c'entra lo yogurt che ha dato extra-leggerezza e morbidezza? forse sì, a giudicare dal risultato! un'ottima idea, come quella delle carote aromatizzate abbinate al taleggio. Ma la salsa è il vero tocco da maestro, molto "tuo" (da genio, insomma) :-) ma a chi sarebbe mai venuto in mente di rielaborare un'insalata di patate sotto forma di salsa? domanda retorica :-) grandissima Mari! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah...più di cosa bolliva in pentola bisognerebbe dire cosa cuoceva in forno :)
      Sì, è più alto, quello con i gamberi non si era gonfiato molto perchè cuocendo nel guscio del mango si era inumidito troppo, almeno credo che sia stato quello il problema. Poi ho fatto questa seconda versione (veramente ce n'era anche uno alla barbabietola ma poi ho desistito) ma come forse sai non è venuto per nulla bene, così l'ho rifatto e questo secondo è venuto meglio. Insomma, mi sono esercitata un po' :)
      Grazie Francy, un bacione!

      Elimina
  3. Ho visto gli altri sufflè per questo challenge ma vederlo appassire...mi fa una rabbia e non lo faccio più :(
    Ad ogni modo anche il tuo è sublime ma purtroppo le carote sono troppo dolci per me al momento per un mese nulla frutta, dolci e qualsiasi altro prodotto troppo zuccherino.Ma prima o dopo mi rifaccio. Brava come sempre e bravissima fotografa. Buona giornata cara un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige! Per certi versi hai ragione, vedere come si gonfia in forno è bellissimo, è come una magia e fa un po' rabbia che duri così poco, però è buono e soffice quindi per me vale lo stesso la pena farlo.
      Mi spiace tanto, so del tuo problema, che rottura dover privarsi di tante cose. Un bacione carissima e buon fine settimana :)

      Elimina
  4. uhhhh come mi piace, sono proprio i miei gusti... mi piace tutto dal soufflè con le carote e cumino, alla salsa di patate all'austriaca.... non so se lo sai, ma ho un debole per i crucchi!!! grazie della bella ricetta!! proprio da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah...anch'io ho un debole per i crucchi :) più che altro adoro la cucina austriaca, è così poco conosciuta ma davvero ottima. Grazie Elena, un bacione!

      Elimina
  5. Grande abbinamento Mari!!!
    La dolcezza delle carote è proprio perfetta con l'aroma "caldo" del cumino che ha anche sfumature lievemente amare e che è fantastico con lo yogurt.
    Tostare il cumino è certamente una mossa furba che ne amplifica l'aroma.
    Tutto questo si lega all'impasto aereo del tuo soufflé non senza arricchirsi del sapore delicato, ma netto del taleggio, uno dei miei formaggi preferiti.
    La liaison sembra funzionare davvero bene.
    Mi stavo chiedendo che succederebbe se usassimo la carota grattugiata cruda sempre con il cumino, ma anche con mandorle( che stanno bene con il taleggio) ed arancia.
    Non saprei, tu che dici??
    Accompagni con una salsa ingegnosa come sanno esserlo solo le "cose più semplici".
    Una vera insalata di patate con tanto di cipollotto e condimento completo che poi viene coperta dal fondo vegetale, se ne intride e viene frullata svelando tutta la sua cremosità.
    Interessante perchè sicuramente saranno presenti anche le note acide e pure quelle pungenti del pepe.

    Questo piatto mi fa pensare ai colori ed ai profumi d'Oriente e contemporaneamente alla cucina dei Paesi del Nord, solo tu potevi riuscire a stringere questo sodalizio in un minuscolo soufflé.
    E' estremamente goloso, ma trasmette anche una sensazione di leggerezza, le proprietà digestive del cumino "ci mettono tranquilli" e possiamo certamente pensare a concederci un bis....o tris?!!!!

    Bravissima Mari, tu sei una grande certezza, non solo per l'MTC!!!:))))


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabiana, e io che cosa dovrei rispondere adesso a un commento così? :)))
      Inutile dire che mi rende felice, è un po' come se tu lo avessi assaggiato davvero il mio soufflé. E poi sei forte, mi chiedi pure cosa ne penso delle variazioni che ti sono venute in mente :) ma certo, le mandorle, ci sarebbero state benissimo, ma ovviamente a una povera comune mortale come me non sono venute in mente :))) che bella idea, non ci ho mai pensato che ci stanno bene con il taleggio (che è uno dei formaggi che preferisco anch'io). Per quanto riguarda le carote si potrebbero anche mettere crude, quelle che ho fatto io non erano proprio cottissime, infatti ho fatto un po' di fatica a schiacciarle con la forchetta e sentirne i pezzetti all'interno del soufflé era piacevole (nella prima versione che ho fatto le avevo frullate e forse proprio per questo il soufflé non era riuscito, troppo acquoso e comunque meno interessante come sapore).
      Grazie mille carissima, è stato un mtc appassionante grazie a te.

      Elimina
    2. Troppo buona!
      Ma sai che dobbiamo combinare???
      Voi due venite a farvi un bel week end su un altro mare, qui a casa mia, ci infiliamo in cucina e.....ci inventiamo il mondo!!!!!!!!!!
      ....e questa come la vedi??;))))))))

      Elimina
    3. Come la vedo??? Benissimo la vedo :))) Combiniamo dai, sai quante risate! E quante magnate :)))

      Elimina
  6. Mari, sai tirare fuori abbinamenti che mai nella mia vita avrei immaginato, grande grandissima scuola questa dell'MTC e grandissimi insegnanti, tu sei una delle mie preferite ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissima scuola davvero Loredana, ognuno impara tanto da tutti gli altri, è proprio così. E tu sei una delle mie preferite :)

      Elimina
  7. E' vero ha ragione Loredana tu cara Mari crei degli abbinamenti unici che solo tu sai fare come questo soufflé incredibile di cui mi sembra di sentire i contrasti dolce salato già in bocca ......;-)
    E poi come hai detto te bisogna ringraziare Fabiana che ci ha svelato tutti i trucchi del mestiere
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti un grazie enorme a Fabiana, ho imparato moltissimo dalla sfida di questo mese. Un bacione a te!

      Elimina
  8. E anche con questa tua seconda impresa riesci a fare un signor soufflé! Naturalmente anche la salsa è da 10 e lode! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea! Anche tu però hai fatto una salsa davvero particolare :)

      Elimina
  9. ...Forse che a me sarebbe mai venuto in mente di sostituire parte della panna con yogurt greco? Mai!!! Forse che a me sarebbe mai venuto in mente un abbinamento di sapori così raffinato, armonioso e riuscito? Neppure tra un milione di anni!!! Perché non c'è niente da fare, cara Mari, se una cerca ricette raffinate e sfiziose è qui che deve venire!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah... e certo che non ti sarebbe venuto in mente cara Mapi... perchè tu non abbassi il tuo genio a simili banalità, tu sei oltre :)
      Un bacione!

      Elimina
  10. Brava, ridimensionato le dosi perché siete in due, e perché l'uomo della casa ha pure fatto il soufflé, giusto, come deve essere.
    Il mio invece, non l'ha fatto, ha saltato sfida e questo ha portato nella coppia Esteve/Bellocchio un niello di tensione che potrebbe tagliarsi col coltello, altro che morbidezza del soufflé...
    Comunque puoi dire che quel che vuoi, ma per molto alto o basso che sia hai fatto degli accostamenti così perfetti che l'altezza passa in secondo piano.
    La salsa inspirata all'insalata di patate mi ha rubato il cuore già dal titolo.... fai un po' te?!!


    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo alla tensione in casa Esteve/Belloccchio :) Nessun soufflé può intromettersi tra voi :)

      Elimina
  11. e chi mai avrebbe pensato a questi abbinamenti... io...mai nella vita! ...Soufflé da Re! ;)

    RispondiElimina
  12. E' un souffle' spettacolare e ben riuscito in tutto!!!!!Piacere di conoscerti e complimenti per il blog,mi sono aggiunta tra i tuoi lettori...buona vita e buona cucina!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Piacere mio e ... buona vita e buona cucina anche a te :)

      Elimina
  13. Io adoro le carote al cumino.. le preparo spessissimo come contorno, ma mai mai mai avrei pensato a metterle in un soufflè.
    Mitica!! E me le accompagni con una salsa all'insalata di patate? Che dire.. geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io le adoro le carote al cumino, per questo pensando alle carote per il soufflé mi è venuto subito in mente il cumino :)

      Elimina
  14. è un magnifico souffle, ottimo il sapore

    RispondiElimina