venerdì 15 maggio 2015

VERMICELLI INDIAN STYLE


Spero che Paola, l'ultima vincitrice dell'mtc con una magnifica torta, non strabuzzi gli occhi e cada pesantemente al suolo svenuta dopo aver letto la mia ricetta.
Colei che, con tanto amore per la sua Napoli e le sue tradizioni culinarie, ci ha proposto come tema della sfida di questo mese il piatto italiano per eccellenza: 'o spaghetto ca' pummarola. E ce lo ha spiegato in maniera egregia, nella sua semplicità, quella che richiede questo piatto, semplicità di ingredienti ma non di esecuzione, che fare un piatto di spaghetti con tutti i crismi mica è così facile!
Insomma, spero che non mi maledica per aver completamente stravolto il suo piatto, d'altronde io stessa lo farei se fossi al suo posto, così fedele come sono normalmente alle tradizioni e ai sapori di casa nostra.
Il problema è che sono anche terribilmente attratta dai sapori esotici e la cucina indiana mi fa letteralmente perdere la testa e poi l'avevo già fatto con i canederli, che mi erano piaciuti tantissimo... Tra l'altro, studiando un po' la cucina indiana mi sono resa conto che contrariamente a quanto pensassi fa largo uso di pomodori che vengono sempre conditi con spezie varie e spesso abbinati ad aglio e zenzero. Insomma, gira che ti rigira, alla fine è nato questo piatto di vermicelli un po' particolare.


VERMICELLI SPEZIATI CON PANEER GRIGLIATO
Ingredienti per 4 persone
320 g di vermicelli bucati 
600 g di pomodori pachino
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di zenzero grattugiato
1 baccello di cardamomo
1 peperoncino secco
1 cucchiaino di curcuma
1/2 cucchiaino di coriandolo macinato
1/2 cucchiaino di cumino macinato
1/4 di cucchiaino di semi di fieno greco macinati
olio extravergine d'oliva
sale
200 g di paneer 

Pestate o grattugiate finemente lo zenzero e l'aglio fino a ridurli in pasta. Pestate i semi di cardamomo e il peperoncino secco. Mettete in una padella con un po' d'olio la pasta d'aglio, di zenzero e tutte le spezie eccetto la curcuma. Fate rosolare per un paio di minuti quindi aggiungete i pomodori tagliati in due e la curcuma. Coprite la padella e fate cuocere a fuoco vivace per 4-5 minuti, scoprite, schiacciate i pomodori con i rebbi di una forchetta, regolate di sale, abbassate la fiamma e cuocete per circa trenta minuti a fuoco dolce in modo da far restringere un po' il sugo ma senza farlo asciugare troppo.




Nel frattempo lessate i vermicelli in abbondante acqua salata e grigliate il paneer su una piastra liscia ben calda.
Scolate la pasta, conditela in una ciotola con parte del sugo e servitela con il restante sugo e il paneer sbriciolato.
Non c'è stato tempo, perchè le foto sono state fatte al volo altrimenti i vermicelli si scuocevano :) Se no avrei fatto un'altra foto, quella che immortalava il paneer che sciogliendosi formava insieme al pomodoro caldo una deliziosa salsina cremosa.

 

Con questa ricetta partecipo all'mtc n.48'o spaghetto ca' pummarola di Paola, del blog fairieskitchen.
 




32 commenti:

  1. E siccome questi vermicelli non riesco ad immaginarmeli, mi toccherà provare a rifarli, paneer inclusa ( che io, una volta ho fatto chiamandola ricotta fatta in casa o cagliata):
    Piatto ricco , mi ci ficco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, per quanto riguarda il paneer, a prescindere dal nome sempre quello è :)
      E per i vermicelli, in effetti facevo fatica io stessa ad immaginarmi il sapore fino a che non li ho assaggiati. Buono. Però strano, perchè con gli spaghetti ti aspetti qualcosa di diverso. Insomma, un po' particolare :)

      Elimina
  2. ma è incredibile cosa sia riuscita a tirare fuori per questa sfida....Mari sai sempre sorprendermi egregiamente...anzi no...immensamente!! Buon weekend Flavia

    RispondiElimina
  3. Niente da fare hai sempre una marcia in più :))))
    Il paneer è una di quelle che cose che da tempo voglio provare a fare...intanto mi segno non solo la ricetta dei tuoi vermicelli ma anche quella del paneer, che forse questa stavolta è la volta buona!!!un bacione, Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Chiara, il paneer si fa in due secondi ed è oltre che ottimo anche molto versatile, lo puoi gustare in mille modi diversi. Ogni volta che lo preparo mi chiedo come mai non lo faccio più spesso, invece di comprare formaggi freschi che non sanno di nulla.
      Un bacione a te!

      Elimina
  4. non posso immaginare il sapore ma a vedere è una squisitezza unica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti finchè non si assaggiano è difficile capire come potrebbero essere :)

      Elimina
  5. Anche a me piace molto la cucina indiana, adoro le sue spezie ed anche il paneer, che preparo spesso e cucina sulla piastra. Il tuo piatto è quindi pieno di sapori e profumi che amo e conosco bene...e non può che piacermi da morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se ami la cucina indiana e pure il paneer allora credo che questi vermicelli possano fare al caso tuo :)

      Elimina
  6. Ma che spettacolo, voliamo verso l'India in un attimo, anche quando il tema è l'italianissimo pomodoro!
    Amo le spezie e questo primo piatto so che incontrerebbe molto i miei gusti! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, forse è stato un po' azzardato andare così lontano ma mi è frullata per la testa questa idea e non ho saputo resistere alla tentazione di provare :)

      Elimina
  7. Molto buono mi piace ma il paneer sarà difficile penso che userò della ricotta anche se non sarà la stessa cosa ma sinceramente fare tanto che poi a parte me l'altra metà....non lo mangerebbe mai. Nella pasta il sapore si confonde.
    Buona fine settimana bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va benissimo anche la ricotta Edvige. E poi hai ragione, nella pasta il sapore si confonde, insieme al pomodoro, paneer o ricotta che sia, formano un'unica salsina.
      Un bacione!

      Elimina
  8. Leggere quell'elenco di spezie ed aromi, per me che li adoro, ma non li conosco (e li uso un po' a casaccio) mi fa venire una gran voglia di studiare... e di assaggiare il tuo piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spesso dalle spezie ci si fa un po' spaventare perchè, a parte qualche rara eccezione, non fanno parte del nostro bagaglio culinario, quindi un minimo di studio ci deve essere, anche se poi, secondo me, conta molto anche la sperimentazione e il nostro gusto personale.

      Elimina
  9. L'unico motivo per cui potrei svl'orarioil vedere queste cose a quest'ora :) Scherzi a parte, con le spezie è facile sbagliare, se non le si usa e dosa per bene. Nel tuo casoc'è un sapiente gioco con questi piccoli tesori che sono capaci di rendere speciale un piatto. Mi piace il richiamo all'India, mi piace quel colore giallo sole che la curcuma dona agli spaghetti e mi piace l'utilizzo del paneer, grigliato e sbriciolato. Complimenti e grazie per la tua ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Paola! Ho voluto un po' giocare e sono contenta che tu non sia svenuta :)))

      Elimina
  10. Mi piace il connubio pasta e spezie. Ricetta da provare, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un connubio un po' particolare ma da provare :)

      Elimina
  11. E lo chiami stravolgere, questo??? Io direi che con il tuo talento nell'usare le spezie hai saputo esaltare ai massimi livelli il pomodoro, e quel paneer grigliato a completamento del piatto è il tuo tocco di classe...
    Sempre immensa!!! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì Francy, lo chiamo stravolgere perchè lo è. Ti dico la verità, nonostante il piatto fosse in definitiva buono, quando si addenta una forchettata di spaghetti il sapore che ci si aspetta di sentire non è propriamente questo :)

      Elimina
  12. non hanno il sapore che ci si aspetta da un piatto di pasta ma sperimentare in cucina è quello che ci vuole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a me piace tanto sperimentare, soprattutto mescolando cucine di luoghi diversi.

      Elimina
  13. Ogni volta che passo di qui mi viene una fame.... questa devo assolutamente provare. E devo farla provare al marito che ultimamente (dopo dieci anni di vita insieme) si è fatto finalmente coinvolgere dal vortice della cucina etnica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mio quando ci siamo conosciuti non era molto propenso a provare nuovi sapori ma poi si è ricreduto :)

      Elimina
  14. Io il paneer già l'ho fatto.... Mi manca il resto ;-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. ho preso casa sul crinale, frala zona figa e il quartiere indiano. E indovina un po' dov'è che vado più spesso? E a chi, penso più spesso? forse alla mia maga delle spezie preferita??????? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io provo un'invidia profondissima (in senso buono) che potrà essere placata solo quando riuscirò a prendere un aereo per venire a trovarti e mangiare insieme a te al quartiere indiano (oltre a fare una passeggiata neela zona figa :))

      Elimina
  16. Un mix di profumi davvero intrigante;mi piacerebbe provarla. Complimentissimi!!
    Un abbraccio
    Vera
    P.S. :...io faccio il paneer da secoli,ma non lo sapevo...ahahah..davvero:mia mamma lo faceva col latte andato a male e,a volte,visto che a me piace un sacco,io lo faccio anche se il latte é ancora buono,aggiungendo il limone. :-)))

    RispondiElimina
  17. Ciao, scusami mi domandavo, in mancanza di pomodorini freschi, è possibile utilizzare quelli in scatola, tipo questi http://www.lafiammante.it/pomodori/pomodorini?
    Fammi sapere

    RispondiElimina