mercoledì 31 ottobre 2012

MELANZANE ROSSE DI ROTONDA RIPIENE AL LOU BERGIER



Qualcuno probabilmente starà sorridendo nel vedere la mia ennesima ricetta dedicata al Contest 2012 delle Fattorie Fiandino (e non sarà l’ultima ah ah ah).

Ma non tutti sanno che è il cuore a impormi questa massiccia partecipazione.

Quel cuore che mi fa riconoscere un territorio che amo profondamente attraverso alcuni dei suoi prodotti.
Forse l’ho già detto. Non si tratta semplicemente di fare pubblicità a un’azienda. Magari per qualcuno funziona così: ricevo un bel pacco pieno di cose buone e in cambio ti do un po’ di visibilità.
Non che ci sia niente di male, ognuno fa quello che vuole. Quello che voglio dire è che per me non è così, perché io non riesco a fare nulla, soprattutto nulla di ciò che mi comporta una spesa di tempo, bene preziosissimo, se non per sentimento. Il che a volte è anche controproducente. Ma tant’è…

Ma cosa c’entra il sentimento con dei formaggi? C’entra, perché è quel sentimento che nasce dalla nostalgia per una terra, che mi ha visto crescere nei miei primi anni di vita, quando parlavo appena e non mi stancavo mai di guardare le mie amiche mucche durante i viaggi in macchina da Saluzzo a Pinerolo, di staccare le nocciole dagli alberi dei nonni per spaccarne il guscio con le pietre e mangiarmele ancora acerbe (quanti mal di pancia!), di dare da mangiare ai coniglietti, di saltare sul trattore che andava a recuperare il fieno, di staccare gli acini dell'uva dalle viti e di rifugiarmi sull’albero di albicocche per non farmi trovare da nessuno.
Potrei andare avanti ore… Naturalmente è ovvio che se i prodotti dei Fiandino non mi fossero piaciuti non ne avrei decantato le lodi solo perché animata dai ricordi.

La ricetta di oggi fa incontrare il Piemonte con la Basilicata. Queste melanzanine tonde e rosse che sembrano dei pomodori sono le melanzane rosse di Rotonda, così rosse perché ricchissime di carotene, prodotto dop della Basilicata, presidio Slow Food.
Dal gusto molto pungente ben si sposano con la dolcezza del Lou Bergier.

 
MELANZANE ROSSE DI ROTONDA RIPIENE AL LOU BERGIER

Ingredienti per quattro persone
4 melanzane rosse di Rotonda
100 g di Lou Bergier
8 tarallini all’olio d’oliva
3 pomodorini ciliegino
qualche fogliolina di basilico
sale, olio

Pulite le melanzane e tagliate loro la calotta. Scavatene l’interno e mettete da parte la polpa.
Spolverate i gusci di melanzana con del sale e lasciateli in un colino per mezz’ora. Quindi metteteli in una teglia a cuocere con un po’ d’olio in forno a 180° per una trentina di minuti.


Nel frattempo rosolate la polpa delle melanzane tagliata a pezzetti con un po’ d’olio fino a che avrà preso colore. Aggiungete quindi i pomodori tagliati a dadini, salate, coprite con un coperchio e portate a cottura a fuoco dolce. Alla fine aggiungete alle melanzane i tarallini spezzettati grossolanamente e le foglioline di basilico.
Riempite con questo composto i gusci di melanzana e adagiate in cima a ciascuna di esse un pezzetto di Lou Bergier. Ripassate le melanzane in forno per un paio di minuti.


8 commenti:

  1. Mica male, la ricetta. La giustificazione sentimental-gastronomico-regionale non e' cosi' necessaria: il blog e' tuo e ci fai quello che ci pare, quando ingredienti o materiali sono li' solo per marchetta salta subito agli occhi e, lasciatelo dire, nel tuo caso e' chiaro che dietro c'e' un reale convicimento.

    Di queste melanzane ignoravo l'esistenza, credo che dove sto io siano difficili da reperire. magari ci provo con quelle "normali". Comunque, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andy!!! Non sai che piacere il tuo commento. Hai ragione, forse non era necessaria questa giustificazione "sentimental-gastronomico-regionale" (hihihi), ognuno fa quel che vuole del suo blog, però mi sono sentita di specificarlo, quello che a te pare chiaro da qualcuno viene invece frainteso. Però d'altra parte se qualcuno fraintende chissene...
      Non so dove ti trovi tu ma anche qui (Trieste) sono arrivate da poco queste melanzane. Sono belle da vedere e hanno un gusto piuttosto forte rispetto alle solite melanzane. Grazie per la visita!

      Elimina
  2. non consocevo questo tipo di melanzane una vera sorpresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io è da poco che le conosco e sono veramente particolari.

      Elimina
  3. Ciao Mari, devo dirti che anch'io non riuscirei a tessere le lodi di un prodotto se non mi convince fino in fondo. Sai che non sapevo dell'esistenza di questa varietà di melanzana? Eppure in Basilicata ci vado spesso dato che il mio paese si trova proprio al confine tra Puglia e Basilicata, certo che s'impara sempre qualcosa di nuovo girando tra i blog!un bacio e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Pia!!! Credo che sia da poco, da quello che ho capito, che queste melanzane cominciano a trovarsi al di fuori di quella zona ristretta del Pollino dove vengono coltivate (unica zona in Italia). Se ti capita di andare a Rotonda sicuramente le trovi.
      Grazie mille per le tue parole. Ciao cara, a presto e buona giornata!

      Elimina
  4. Che belle queste melanzane, bella la foto, chissà che gusto avranno visto che non le conosco!! Complimenti mi commuovono i tuoi ricordi che sono anche i miei e provo nostalgia.

    RispondiElimina