mercoledì 7 novembre 2012

L'OTTAVIO IN CARROZZA



Se penso alla prossima settimana e al tour de force mentale, ma anche fisico, che mi aspetta, mi sento male. Tre giorni di concorso, dalle otto di mattina alle otto di sera, compresa l’attesa, con ciascuna prova della durata di otto ore. Aiuuuutooo!!!

Ma pensiamo ad altro! Avevo già avuto modo di parlare di questo particolare formaggio, L’Ottavio Pichin delle FattorieFiandino, prodotto con birra artigianale miscelata al latte crudo prima della cagliata.
Oggi ve lo propongo in carrozza, come se fosse una mozzarella, senza particolari panature o infarinature ma soltanto racchiuso in due fette di pane passate nell’uovo e abbrustolite nel burro. Così, come un semplice ma ricchissimo spuntino, magari da accompagnare proprio con un bel boccale di birra.

L'OTTAVIO IN CARROZZA

 
Ingredienti

100 g di Ottavio Pichin
2 strisce di pane da tramezzino
1 uovo
1 tazzina di latte
sale
1 noce di burro (io ho usato il burro 1889)

Tagliate il formaggio a spicchi spessi circa mezzo centimetro e ponete ciascuno spicchio in mezzo a due fette di pane tagliate nello stesso modo premendo leggermente per far aderire il pane al formaggio.


Passate i tramezzini ottenuti, su entrambi i lati, in una miscela composta dall’uovo sbattuto insieme al latte e a un pizzico di sale.
Scaldate in una padella il burro e fate rosolare dolcemente i tramezzini su entrambi i lati fino a doratura.



18 commenti:

  1. Come non invidio la tua situazione! capisco, avendone fatta esperienza diretta, che tu abbia bisogno di un sostegno goloso (e ipercalorico!) come questo tramezzino.
    A presto (dopo il concorso?)
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudette! Allora anche tu sei passata per una esperienza simile? E allora sai cosa vuol dire! Forse riuscirò a postare qualcosa di programmato per la prossima settimana. Grazie per la solidarietà. ;))))

      Elimina
  2. una fettina la prenderei volentieri adesso come aperitivo, è veramente invitante vedere quel formaggio che fila! mi devo ripetere ma le foto sono perfette! mettono veramente in risalto i piatti che prepari, complimenti e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Pia!!! Veramente non sono mai soddisfatta delle foto. Mi piacerebbe essere una fotografa provetta ma purtroppo non si può fare tutto nella vita e allora mi accontento e mi consolo con i tuoi complimenti sempre graditissimi. Ciao cara e buona serata.

      Elimina
  3. Ma che delizia, gradirei anch'io una fettina.
    In bocca al lupo con il tour de force!
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. ahahah!!!! Pensavo che Ottavio fosse un tuo amico!!!! ahahahahah!!!... non ce la posso fare, sarà la fame!!!
    Complimenti,non conosco Ottavio, ma gli darei volentieri un morso!!!

    RispondiElimina
  5. incrocio le dita per te e copio la ricetta per me!!! ha ha ha ha ha
    baci

    RispondiElimina
  6. Bellissimo l'utilizzo di un formaggio elegante con una ricetta rustica e tradizionale. E poi i formaggi in carrozza mi fanno impazzire!
    Brava! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Patty, i formaggi in carrozza fanno parte di quei classici che anche se iper calorici sono sempre molto gettonati perchè buonissimi. Ciao e grazie!

      Elimina
  7. ¡Qué bueno!! Me ha gustado mucho tu blog y con tu permiso me quedo por aquí!! Un abrazo desde Jaén (Andalucía-España)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Carmina! Estoy muy feliz en conocerte. Quedate todas las veces que quieres, voy a pasar yo tambièn por tu blog. Hasta pronto!

      Elimina
  8. E io gia' ho fame. Me ne mangerei un paio di questi Ottavi- adesso- invece devo attendere fino alle 13:00 per la mia insalata di tonno con panino di integrale.

    Che fine ingloriosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOOOO...non dirmi! A dieta? Mannaggia. Mi sa in effetti che questi Ottavi sono un po' calorici ;)

      Elimina
  9. non conoscevo il formaggio ma ho trovato deliziosa la ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è semplice semplice ma davvero gustosa!

      Elimina