mercoledì 11 novembre 2015

CJARSONS ALLA ZUCCA CON RICOTTA AFFUMICATA

 

Quando ho saputo qual era la sfida di novembre dell'MTC (quel bellissimo contest al quale partecipo ogni mese), questi cjarsons (o anche cjalsons) erano già stati preparati, fotografati e soprattutto... mangiati.
Questo significa che su questo blog ci saranno due ricette consecutive di pasta ripiena, proprio perchè la sfida di novembre verterà su questo splendido piatto della tradizione italiana. Occasione perfetta per riscaldare i motori in vista del contest con questi tipici ravioli della tradizione carnica, un po' rivisitati a modo mio.
La caratteristica del ripieno, che varia da paese a paese, è che tendenzialmente dolciastro a causa degli ingredienti utilizzati. Può essere a base di erbe o frutta secca, cannella, cioccolato, a seconda anche delle stagioni. Per non snaturarli ho utilizzato la zucca ma li ho conditi in maniera classica, solo con burro fuso e ricotta affumicata. La pasta può essere fatta con solo acqua e farina o anche con l'impasto degli gnocchi di patate.
E poi volevo rendere omaggio al paese di Venzone, famoso per la lavanda e dove quasi ogni anno si tiene una magnifica festa della zucca, alla quale abbiamo partecipato un paio di settimane fa.
Zucche e specialità a base di zucca (meravigliosi gli gnocchi) ad ogni angolo del paese.

 


CJARSONS ALLA ZUCCA
Ingredienti per quattro persone

per la pasta
250 g di farina 00
25 g di burro
1 cucchiaino di sale
65 ml di acqua  

per il ripieno
250 g di polpa di zucca già cotta in forno a 180° per circa mezz'ora o in microonde per 10/15 minuti
3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella

per il condimento
burro fuso a piacere
abbondante ricotta affumicata grattugiata

Preparate la pasta.  Fate sciogliere il burro nell'acqua in un tegame senza portare l'acqua ad ebollizione quindi versate il composto in un recipiente dove avrete messo la farina e il sale. Impastate bene il tutto e fate riposare l'impasto per circa mezz'ora.
Nel frattempo preparate il ripieno. Schiacciate la polpa della zucca, unite il sale, la cannella e il parmigiano.
Stendete la pasta con un mattarello in modo da ricavarne una sfoglia piuttosto sottile. Ricavatene dei dischi aiutandovi con un coppapasta del diametro di circa 7 centimetri. Mettete al centro di ogni dischetto un po' di ripieno, chiudeteli a forma di mezzaluna premendo bene sui bordi e pizzicateli leggermente per dare la tipica forma dei cjarsons con il bordo ondulato.


Cuoceteli in acqua bollente salata per qualche minuto, scolateli e conditeli con il burro fuso e una generos grattugiata di ricotta affumicata.

14 commenti:

  1. e quelli mantovani con l'amaretto e la mostarda? che bontà!
    Adesso devo provare i tuoi visto che ho una zucca meravigliosa, buona anche da sola al forno.
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure quelli sono meravigliosi, con quel retrogusto amarognolo che bilancia il dolce della zucca. In questi invece è il sapore affumicato della ricotta che li rende particolari.

      Elimina
  2. Che meraviglia!!! Io adoro la zucca in tutte le "salse". Ovviamente il top nei miei tortelli mantovani! Bravissima. Condimento semplice perché non serve arricchirli con condimenti "corposi"...,:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche quelli mantovani sono eccezionali, la zucca è davvero buona in tutte le salse :)

      Elimina
  3. Amo amo amo amo amo la zucca! E nei ripieni, poi?! Dolci e salati, sono la mia passione!
    Questo cjarsons mi fanno sbavare da stamattina :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace tantissimo la zucca, anche da sola, oppure speziata in una vellutata. Sempre meravigliosa"

      Elimina
  4. Mi piace passare da te perché trovo sempre ricette "diverse" ma sempre molto interessanti. Questi mi fanno una gola che non ti dico :-)

    Fabio

    RispondiElimina
  5. un gran bel primo piatto molto azzeccatta la ricotta sopra grattuggiata che contrasta bene il dolce della zucca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è proprio quella la particolarità, la ricotta affumicata che insieme alla dolcezza della zucca dà il meglio di sè :)

      Elimina
  6. Davvero un piattino da leccarsi i baffi!!!

    RispondiElimina