venerdì 17 luglio 2015

BLUEBERRY PIE



Fa caldo, molto caldo… ma finalmente un’estate degna di questo nome dopo il lunghissimo autunno dell’anno scorso. No, io non mi lamento, faccio la scorta di calore per il prossimo inverno. Ma anche di colore, di cose fresche e buone, di luce, di profumi di marmellate appena fatte, di fiori e di erba appena tagliata.

E quando si hanno chili e chili di mirtilli a disposizione, dopo aver fatto chili e chili di confettura che altro si può fare? Ma una pie naturalmente, ovvero una blueberry pie.
Mi sto appassionando a questo tipo di preparazioni, forse perché non amo molto i dolci tradizionali e le pie (almeno quelle che ho assaggiato e preparato fino ad ora) presentano sempre quel contrasto piacevolissimo di dolce-salato-acido che io adoro. E poi mi piace che il fatto che il ripieno sia spesso privo di grassi e che venga legato soltanto con dell’amido di mais, che in cottura insieme alla frutta forma una deliziosa cremina. L’avevo già constatato con la pie di rabarbaro, che mi era piaciuta moltissimo, e ne ho avuto la conferma con questa deliziosa pie di mirtilli.

Per l’impasto ho seguito la ricetta di Martha Stewart, il suo basic pie dough, una sorta di brisé leggermente dolce (che io ho reso ancor meno dolce visto che, sbagliando, invece di un cucchiaio di zucchero ce ne ho messo un cucchiaino, ottima ugualmente, forse ancor di più) che lei usa anche per la classica apple pie e in generale per tutti i tipi di pie.
Per il ripieno ho fatto un po’ di testa mia, prendendo spunto sempre da Martha Stewart ma variando un po’ le dosi.



BLUEBERRY PIE
Ingredienti per una tortiera di 26 cm di diametro
per l’impasto
350 g di farina 00
225 g di burro a pezzetti
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale
da 60 a 210 ml di acqua fredda

per il ripieno
800 g di mirtilli
200 g di zucchero
50 g di amido di mais
1 cucchiaio di succo di limone
1 tuorlo d’uovo e 1 cucchiaio di panna per spennellare la superficie

Preparate l’impasto.
Mischiate il burro con la farina, il sale e lo zucchero, formate con la punta delle dita delle grosse briciole e poi aggiungete l’acqua fredda fino ad ottenere un composto non troppo morbido. Non lavoratelo troppo e riponetelo subito in frigo.

Preparate il ripieno.
Lavate e pulite i mirtilli metteteli in un recipiente, schiacciatene alcuni con le mani. Aggiungete lo zucchero, l’amido di mais setacciato, il succo di limone e mescolate bene.
Prendete l’impasto e dividetelo in due parti. Stendetele entrambi con il mattarello in modo da ottenere due dischi leggermente più larghi del diametro della tortiera. Stendete uno dei due dischi nella tortiera, riempitelo con il composto di mirtilli. Chiudete con l’altro disco di pasta e sigillate bene i bordi con le dita, facendo un cordoncino ondulato. Fate dei tagli a raggiera sulla superficie della torta per fare uscire l’aria durante la cottura. Sbattete il tuorlo d’uovo con la panna e spennellate la superficie. Riponete la pie nel frigo per almeno mezz’ora.

Preriscaldate il forno a 200°C. Cuocete per circa 20 minuti la pie. Abbassate la temperatura fino a 175°C e cuocete per altri 40-50 minuti (io pensavo che fossero tantissimi invece ci vogliono tutti.
Fatela raffreddare leggermente prima di servirla. E’ buona sia tiepida che fredda.


 


14 commenti:

  1. Sìììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììì!

    RispondiElimina
  2. Molto buono sicuramente ma sai sui dolci glisso. Bacioni e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che sui dolci glissi, mi dispiace. Buona domenica!

      Elimina
  3. Squisito agli occhi e al palato immagino.....mi manca solo di provarlo ma con questo caldo a Firenze accendere il forno è un incubo!! cara Mari io adesso sto passando un periodo un po' incasinato ma spero presto di riprendere il mio amato blog. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Ilaria, con questo caldo non si può accendere il forno neanche qui, l'ho fatta qualche giorno fa, quando ancora si riusciva a respirare. Mi dispiace per il tuo periodo incasinato, spero niente di grave. Un bacione!

      Elimina
  4. Pienamente d'accordo sull'estate: va bene , fa caldo ma siamo a luglio e poi un'estate grigia senza sandali, senza gonne leggere, senza gelati e macedonie con ogni tipo di frutta che estate è?
    Pienamente d'accordo anche sulla torta, una di quelle meraviglie in cui la pasta è un puro pretesto per gustare la frutta estiva....peccato non avere mirtilli!
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è così, l'estate deve essere estate :)
      Se non hai i mirtilli mettici dentro qualsiasi altra frutta, viene buona lo stesso.
      Ciao Claudette!

      Elimina
  5. La Blueberry Pie è una specie di must della East Coast americana, mi sa di estati a trovare i miei zii e della cucina ad Ashburnham della mia prozia... È da lei che ho imparato ad amare gli impasti non troppo dolci (anche perché, con tutto il burro che gli americani usano, esagera pure con lo zucchero e puoi farti direttamente un estratto di insulina come digestivo...). L'ho rifatta spesso, con la sua ricetta, che anche lei usava per molti tipi di ripieni a seconda delle stagioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma allora sei un'esperta, ti invidio molto per aver l'opportunità di gustarla in loco.
      Questo tipo di impasto è per me invece una scoperta abbastanza recente, concordo, la sua bontà sta proprio nel fatto che non è troppo dolce ed esalta così il ripieno che normalmente lo è.

      Elimina
  6. buona d'avere voglia di leccare il video del pc, che invidia tutti quei mirtilli

    RispondiElimina
  7. Quanto ti invidio i chili e chili di mirtilli e relativa confettura, che io amo alla follia!
    Ma questa pie.. mi sarei buttata nel forno pur di assaggiarla!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo, con questo caldo non è conveniente :)

      Elimina