sabato 17 gennaio 2015

CANEDERLI AFFUMICATI DI CAPRA E CAPPUCCIO IN BRODO DI POMODORO SPEZIATO




Mi piacciono molto i canederli, mi suscitano bei ricordi e sensazioni, non posso fare a meno di associarli al calore che sprigionano dopo una gelida e nevosa giornata invernale, magari passata su una pista da sci.
Ma soprattutto li amo perché sono l’emblema della cucina che preferisco, quella che nasce dal riciclo e che più di ogni altra ha bisogno dell’ingegno, quel particolare ingegno che sgorga dall’amore per le persone per le quali si cucina e solo con il quale è possibile che dei semplici avanzi si trasformino in un piatto da re. 

E quindi un grazie speciale a Monica, l’ultima vincitrice dell’MTChallenge, che li ha scelti come ricetta per la sfida numero 44.

Come base per i miei canederli ho utilizzato del pane fatto io stessa con il mio lievito madre. Ne sono molto orgogliosa, lo preparo quasi sempre con lo scarto dei rinfreschi e ne esce un pane molto buono e profumato. La mollica è soffice ma compatta, la crosta croccante e per questo ho dovuto tagliarne via uno strato, per paura che non riuscisse ad ammorbidirsi.
Per ammorbidire i canederli ho usato del brodo vegetale anziché il latte perché con il tipo di ripieno che ho utilizzato si adattava meglio, lo stesso brodo che ho poi usato per cuocerli e che ha servito da base al brodo di pomodoro speziato in cui li ho serviti e che è nato grazie alla mia passione per la cucina indiana. Nel ripieno un formaggio di capra saporito e una ricottina affumicata a chilometro zero.

CANEDERLI AFFUMICATI DI CAPRA E CAPPUCCIO
IN BRODO DI POMODORO SPEZIATO
 Ingredienti per quattro persone

per i canederli
300 g di pane raffermo tagliato a cubetti di circa 1 cm per lato
2uova
brodo vegetale q.b.
200 g di cavolo cappuccio bianco tagliato a listarelle molto sottili
150 g di caciotta fresca di capra
50 g di ricotta affumicata
2cucchiaini di coriandolo fresco tritato
1 cucchiaio di farina
olio extravergine d'oliva
sale

per il brodo
3 l d’acqua
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla bianca piccola
sale
300 ml di salsa di pomodoro
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino di curcuma
1 peperoncino secco piccolo
1 cucchiaino di semi di coriandolo
½ cucchiaino di semi di cumino
½ cucchiaino di semi di fieno greco
2 baccelli di cardamomo
olio extravergine d’oliva


Preparate il brodo
Preparate innanzitutto un brodo vegetale. Pulite la carota, il sedano e la cipolla e metteteli in una pentola capiente insieme all’acqua, portate ad ebollizione, salate e fate cuocere per un’ora circa. Filtrate il brodo, tenetene da parte circa ½ litro e mettete il resto in una pentola capiente.

Pestate in un mortaio il peperoncino, i semi di coriandolo, i semi di cumino, i semi di fieno greco e i semi di cardamomo estratti dai baccelli e metteteli da parte. Pestate poi lo spicchio d’aglio fino a ridurlo in crema.

In una padella versate un po’ d’olio e fate tostare velocemente le spezie precedentemente pestate, aggiungete l’aglio e lo zenzero grattugiato, cuocete per due minuti e spegnete il fuoco.

Preparate un fondo con la salsa di pomodoro, versatela in una pentola capiente con un filo d'olio e fatela ridurre fino a farla restringere a fuoco lento per un quarto d’ora, venti minuti circa (il tempo dipende dalla consistenza iniziale della salsa) e comunque fino a che sarà molto concentrata e pastosa. Aggiungete il ½ litro di brodo vegetale tenuto da parte, la curcuma e la pasta preparata con l’aglio, lo zenzero e le spezie. Fate sobbollire per una decina di minuti e tenete da parte.

Preparate i canederli.
In una padella fate stufare il cavolo cappuccio a fuoco dolce con un po’ d’olio extravergine d’oliva e un filo d’acqua per circa una decina di minuti, fino a che si sarà ammorbidito e l’acqua si sarà consumata. Salate, spegnete il fuoco e fate raffreddare.

Prendete un terrina capiente e versatevi il pane raffermo, bagnatelo con un po’ del brodo rimasto raffreddato, versatevi le uova leggermente sbattute, mescolate bene e aggiustate eventualmente la consistenza con un po’ di brodo, facendo attenzione a non metterne troppo, il pane non deve spappolarsi ma semplicemente ammorbidirsi. Fate riposare il composto per una ventina di minuti, aggiungete il cavolo cappuccio, il formaggio di capra tagliato a cubetti piccoli, la ricotta affumicata grattugiata, il coriandolo tritato e la farina. Mescolate bene in maniera tale che il composto sia ben amalgamato e compatto e bagnandovi le mani formate delle sfere di circa 4-5 cm di diametro. 



Portate ad ebollizione il brodo rimasto e cuocetevi i canederli per circa una decina di minuti.

Versate nei piatti in cui servirete i canederli il brodo di pomodoro caldo, scolate i canederli dal brodo di cottura ed adagiateli nei piatti sul brodo di pomodoro e serviteli.

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge n. 44 di Monica, i Canederli


 



48 commenti:

  1. quel brodino mi intriga. Mi far venir voglia di provarlo anche a quest'ora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasta stupita io stessa dal brodino... saporito e corroborante :)

      Elimina
  2. Si vede che la cucina indiana ti piace e che l'hai fatta "tua" con questo abbinamento stupendo di spezie. Questo brodo di pomodoro speziato è il tuo tocco geniale a dei canederli perfetti, delicati e molto invitanti!! sei grande, sempre. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ultimamente ho una fissa per la cucina indiana e questo brodo è nato praticamente da solo. Grazie mille carissima Francy. Un bacione!

      Elimina
  3. Meravigliosi per me sia come ripieno che il pomodoro speziato ma per me maritozzo la capra.....lasciamo perdere. Come tu sai i canederli o Brotknoedel o Serviettenknoedel che sono gli stessi solo che vengono cotti come un salsiciotto e poi affettati sono di casa mia da sempre. Io gli adoro con qualsiasi pane raffermo anche quello scuro e non mille ingredienti...speck, formaggio, ecc. i tuoi sono stupendi me li farò solo per me.
    Ciao carissima un abbraccio e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, conosco anche i Serviettenknoedel, ottimi anche quelli, più adatti forse come contorno vista la forma, con qualche bel piatto sugoso. Immagino che siano un piatto frequente a casa tua, viste le tue meravigliose origini. Se lo fai anche per maritozzo magari metti un altro formaggio che non sia di capra.
      Grazie mille carissima Edvige. Un bacione!

      Elimina
  4. Ma buoni che sono!!!! Mi piace molto questa variante, terribilmente particolare... bravissima! Un bascione cara!

    RispondiElimina
  5. Che abbinamento sfizioso.... fantastici!

    RispondiElimina
  6. Quell'elenco di spezie nel brodo mi intriga un sacco... mmmm... sto immaginando il profumo :-)
    Bellissima idea,
    un abbraccio, Lidia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che se ami, come immagino :), le spezie, non resteresti delusa da questo piatto :)

      Elimina
  7. Mi piacciono moltissimo: le note affumicate, la freschezza del cavolo cappuccio e poi l'aroma intenso delle spezie...davvero un bel piatto!

    RispondiElimina
  8. Molto bella la tua proposta!! ..e profumata!!
    Un abbraccio
    Vera

    RispondiElimina
  9. Mari la tua versione dei canederli mi piace tantissimo e mi piace tantissimo quel brodo al pomodoro, per di più speziato. Hai ragione che i canederli ispirano la genuinità e la semplicità di una giornata passata in montagna, quando torni al rifugio e hai bisogno di scaldarti con qualcosa di buono e che sia una coccola. I canederli per me sono sempre stati questo e ringrazio anche io Monica per averli proposti come argomento di sfida :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non c'è niente da fare, non posso non associarli a un bel rifugio in alta montagna in una giornata invernale, anche se in questo caso ho cercato di farliun po' diversi dal solito :)
      Mi fa piacere che questa versione ti sia piaciuta, grazie Paola!

      Elimina
  10. Una delle coe che mi fa sempre essere contenta di non vincere MTC e che non invidio i giudici...perchè non sarei in grado per ogni poste e ogni ricetta a scrivere un commento particolare...attento.... insomma sono pigra anche in questo..., ma leggendo una ricetta come la tua, studiando la cura che ci hai messo, le "sostituzioni", gli equilibri che hai creato....beh MAri, mi rendo conto che quando ci si mette una tale passione e attenzione come hai fatto tu, poi in realtà anche la mia pigrizia si fa da parte e riesco a torvare le parole con facilità per dirti " ma quanto cappero sei brava?!?!??!!!!!!!" .... e non oso pensare cosa sarà significato poterli assaggiare questi canederli!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto prima o poi (e spero presto) sai che ti tocca... anzi, ancora non capisco come tu non abbia ancora vinto! Quindi preparati e sappi che è durissima :)
      Grazie mille Flavia e canederli per tutti :)

      Elimina
  11. e va beh! sei una garanzia, non ci piove!! Ad ogni sfida ribadisci il tuo talento e la tua grazia!!
    brava brava brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una garanzia io??? Ahahah, e tu cosa sei allora? Grazie mille cara Cristina!

      Elimina
  12. Moooolto buono l'abbinamento cavolo cappuccio e il formaggio di capra, e poi il brodo speziato di pomodoro geniale!!!
    Una ricetta di grande ispirazione e bellissime le foto!!!
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  13. quando la Mitteleuropa incontra l'India, verrebbe da indicare, come sottotitolo... e non penso tanto ai canederli, quanto alle note acide, del cavolo cappuccio e del pomodoro, smorzate dall'affumicato e dal bouquet di spezie di cui la cucina indiana è maestra assoluta. Nelle sfide in cui sei più a tuo agio, riesci sempre a trovare uno sprone, che ti impedisce di adagiarti sul conforto di una tradizione che hai "nelle ossa" e ti spinge ad osare, nella vastità della tua cultura gastronomica, seconda solo al tuo gusto sconfinato: per i sapori, ma anche per gli accostamenti sensoriali tutti. La tua è sempre di più una cucina dei sensi, una strada che solo in pochi possono permettersi di percorrere, con credibilità e coerenza. E tu, sei assolutamente fra quelli. Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh, come al solito mi stendi con i tuoi commenti :) che ti posso dire? Grazie mille Ale, mi sarebbe piaciuto tanto farteli assaggiare, anzi, quando vengo a trovarti a Singapore te li porto :)
      Un bacione!

      Elimina
  14. Cara Mari, mi hai fatto viaggiare all'impazzata tra i profumi che ho apprezzato nel mio viaggio in Sri Lanka e la ricotta affumicata che, come ben sai, tanto adoro.
    Amo l'equilibrio di tutti questi aromi che hai saputo usare sapientemente, facendoli giocare su un filo.
    Hai rischiato e da quel che vedo il risultato è meraviglioso, profumato, consistente ed equilibrato.
    Sapori forti, spezie e consistenze che si aggrappano al tuo pane e lo avvolgono, liberandosi poi nel brodo al pomodoro.
    Davvero un ottimo piatto, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, che tu amassi come me la cucina indiana lo sapevo ma che ti piacesse pure la ricotta affumicata ti giuro che lo ignoravo (o almeno non lo ricordavo), se no potrebbe sembrare quasi che l'abbia fatto apposta e invece così non è :) Ho cercato solo di fare un esperimento mettendo insieme dei sapori a me cari.
      Grazie mille, un bacione, bellissima sfida!

      Elimina
  15. Cara mari, questi canederli sono davvero strepitosi! Sinceramente ogni volta rimango affascinata dalle tue proposte originali e creative...e ti sento molto vicina al mio tipo di cucina, che cerco di realizzare con estro ed equilibrio.sei unica! ALE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ti sento vicina al mio tipo di cucina, lo sai, te l'ho già detto molte volte, sarà per questo che io stessa rimango affascinata quando vedo le tue ricette.
      Grazie mille Ale, un bacione!

      Elimina
  16. un ottima variante dei canederli, gustosissima

    RispondiElimina
  17. Mi piace molto il tocco di speziato e di affumicato, oltre che cromaticamente il piatto stimola davvero l'appetito.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che qualsiasi tipo di canederlo stimola l'appetito, tutte le varianti sembrano davvero molto gustose :)
      Ciao Fabio!

      Elimina
  18. Hai fatto un piatto fantastico!!!! Lo adoro per i suoi colori e per i suoi aromi speziati. Sei riuscita a rendere originali i canederli senza snaturarli, hai usato ingredienti poveri con un tocco di etnico, delicato e sensato. Bravissima, mi hanno conquistata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Sono molto contenta che ti siano piaciuti :)

      Elimina
  19. Elegante, raffinata, speziata, colorata... tu sei una garanzia, sempre e comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, ma sei tu che sei sempre una garanzia :)

      Elimina
  20. Eccomi non potevo mancare a farti i complimenti per questi canederli unici ed incredibili come tuto quello che passa dalle tua mani Mari...... Mi esalta moltissimo il tuo brodo di pomodoro ......
    Un bacione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! Il brodo è bello piccantino e speziato, sono sicura che ti piacerebbe :)
      Un bacione a te!

      Elimina
  21. molto intrigante la tua salsa. Vabbè poi non parliamo dei canederli, con quel buon formaggio saporito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dimmi se esiste una versione di canederli che non invogli all'assaggio. Sono tutti molto appetitosi :)

      Elimina
  22. mi ero persa i tuoi canederli e ti ho cercato nella lista partecipanti, sapevo che sarei rimasta a bocca aperta. Questo è un piatto bellissimo a partire dai colori che invitano all'assaggio, poi la cura che hai messo in ogni passaggio, le spezie, l'affumicato, questo è un gran piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Greta, ora vado a vedere i tuoi e so che sarò io a rimanere a bocca aperta :)

      Elimina
  23. che bella proposta! complimenti è super invitante!!
    Frankie

    RispondiElimina