domenica 13 aprile 2014

KEBAB DI FEGATO DI VITELLO CON MOSTARDA ALLE CIPOLLE ROSSE DI TROPEA





La sfida di questo mese dell’MTC è una sfida tosta, anzi, tostissima. Ma noi non ci facciamo scoraggiare da nulla, nemmeno dal quinto quarto, ovvero frattaglie, interiora, di carne e di pesce, piedi, teste, zampe, orecchie, insomma, tutti gli scarti animali possibili e immaginabili.

A proporre questo insolito tema è Cristiana, del blog Beuf à la mode, una donna di sostanza, di quelle che piacciono a me :)

Ed è lei, da romana doc, che ci racconta nel suo bellissimo post da cosa nasce l’usanza di cucinare gli scarti degli animali. Grazie alle donne degli scortichini o dei vaccinari, che invece di ricevere una busta paga ricevevano ciò che veniva scartato degli animali, e che quindi facevano di necessità virtù e con sapienza e coraggio riuscivano nell’intento quasi impossibile di rendere appetitoso anche ciò che veniva considerato disgustoso. E all’insegna del non si butta via nulla nasce così un rispetto profondo per l’animale, che diventa nutrimento in ogni sua parte.

Bellissimo tema Cristiana, di quelli da cui c’è solo da imparare tantissimo.

KEBAB DI FEGATO DI VITELLO
CON MOSTARDA ALLE CIPOLLE ROSSE DI TROPEA



Ingredienti per quattro persone
 
per gli spiedini
400 g di fegato di vitello
20 g di burro
1 bicchiere di Prosecco
2 foglie d’alloro
sale e pepe
farina q.b. per infarinare leggermente il fegato

per la mostarda di cipolle rosse
4 cipolle rosse di Tropea
20 g di burro
100 g di zucchero
1 tazzina di aceto
2 gocce di essenza di senape
sale

Innanzitutto tagliate il fegato a striscioline sottili e mettetele a marinare nel Prosecco con le foglie d’alloro.

Preparate la mostarda di cipolle.
Affettate le cipolle a rondelle molto sottili e mettetele in un tegame con il burro e fatele stufare a fuoco molto dolce con un pizzico di sale. Quando saranno appassite e avranno perso gran parte della loro acqua, bagnatele con l’aceto, fatelo evaporare e aggiungete lo zucchero. Fate cuocere per circa mezz’ora e alla fine aggiungete l’essenza di senape.



Preparate gli spiedini.
Scolate le striscioline di fegato dalla marinata, asciugatele velocemente e infilzateIe negli spiedini. Infarinate leggermente gli spiedini e metteteli a cuocere a fuoco vivo in una padella dove avete fatto sciogliere il burro. Fate dorare il fegato su tutti i lati per qualche minuto e poi sfumate con il Prosecco utilizzato per la marinata. Fate ridurre e spegnete il fuoco, salate e pepate.
Disponete in ciascun piatto un po’ di mostarda di cipolle rosse aiutandovi con un piccolo coppapasta e adagiatevi accanto uno spiedino.

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge n.38, il quinto quarto di Cristiana.


54 commenti:

  1. Eilà: donna di sostanza a donna di sostanza!! Mi piacciono i tuoi spiedini: na cifra! Il fegato scottato col burro è stato uno dei miei piatti preferiti per un sacco di tempo, intorno ai 14-15 anni...me lo compravo e me lo cucinavo da sola. Non so da dove nascesse questa insana passione. Mi piaceva maneggiarlo...anzi ora che ci penso, proprio mentre ti sto scrivendo, mi è venuto in mente che da bambina volevo sempre dividere la carne da mettere nel congelatore (sai come funziona, no? Le mamme compravano un bel quantitativo che veniva poi diviso in porzioni) e già allora mi piaceva sentire la carne sulle mani...forse dovrei pensare a un po' di analisi dopo la sfida! Mi piace l'abbinamento con le cipolle che regalano la giusta dolcezza al fegato...grazie con una ricetta che sembra semplice mi hai regalato un momento di goduria! cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cristiana, io da te ormai mi aspetto di tutto :) però mai avrei pensato che avessi potuto quattordicenne metterti ai fornelli per cucinare un fegato! Per quanto riguarda le porzioni per il congelatore è una passione che avevo anch'io.
      Comunque l'immagine di te che accarezzi, come dice Fabiana, voluttuosamente un fegato, mi rimarrà per sempre impressa come l'emblema di questa sfida :)

      Elimina
  2. Io invece con il fegato ho poca confidenza ma questo kebab mi fa venir voglia di dargli un'altra opportunità. Sempre ricette strepitose da te mia cara. Pensa che proprio oggi mi sono ispirata ai tuo budini salati con porri e patate :))
    un bacione, Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai??? Che bello ispirarsi a vicenda! :))) Comunque anch'io ho poca confidenza con il fegato, nel senso che lo cucino poco, ho cercato di ingentilirlo e non ho potuto non abbinarlo alle cipolle visto che la versione alla veneziana è quella che amo di più.
      Un bacione a te Chiara!

      Elimina
  3. Mmmm... pensavo di non cucinare fegato per un pò avendo già dato, ma devo ammettere che la tua ricetta la trovo bella sfiziosetta e quindi da provare. Complimenti per l'idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rossella, quindi anche tu fegato, devo venire a vederla :) Grazie!

      Elimina
  4. Io ce la vedo la Cristiana quattordicenne che invece che giocare con la play station gioca con il fegato e lo accarezza voluttuosamente.....ce la vedo proprio!!!!
    Bella l'idea del kebab e mi piace la cipolla con l'essenza di senape, secondo me ci starebbe bene anche del cavolo rosso.
    Adesso chissà con cosa rilancerà tuo marito:)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah...che immagine :)))
      Per quanto riguarda mio marito mi sa che hai già visto... come posso fare? Il re delle frattaglie :)

      Elimina
  5. Che poi, se ci pensi bene, quanti piatti appetitosi con gli "scarti"! risotto con il rognone trifolato, la trippa variamente cucinata, il fegato alla veneziana (e il patè per cui farei follie)....
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, gli scarti o li odi o li ami, non ci sono vie di mezzo. Il risotto con il rognone non credo di averlo mai mangiato mentre per il fegato alla veneziana e il patè farei follie anch'io :)

      Elimina
    2. Niente di più semplice: risotto alla milanese, con lo zafferano , servito caldissimo e morbido, con - al centro - il rognone trifolato.... in ogni boccone si fondono i sapori: poco elegante, forse, ma tanto, tanto buono!
      Claudette

      Elimina
    3. Uhhh...ma grazie! Che bontà, assolutamente da provare :)

      Elimina
  6. Il fegato marinato nel prosecco.. ecco il tocco magico! e sicuramente, presentato così, lo apprezzerei molto di più! quella mostarda di cipolle rosse ci sta divinamente, dando il contrasto che ci voleva per chiudere il cerchio di una ricetta semplicemente perfetta. Sei sempre tu! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sei sempre tu :)))
      E poi senti chi parla di tocchi magici, ho visto cose là da te inimmaginabili :)

      Elimina
  7. Spettacolare questa versione... La mostarda di cipolle e perfetta per accompagnare il tuo kebab!
    Gli scarti sono un bene prezioso, bacioni e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Se penso al fegato non posso non pensare alle cipolle visto che il fegato alla veneziana è una delle ricette che amo di più.

      Elimina
  8. Se penso al fegato, lo immagino sempre con la cipolla, perché dona quella dolcezza che sta bene con il sapore forte.
    Sei una donna di grande sostanza anche tu, e hai detto bene, una sfida tostissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...è proprio quello che ho detto io rispondendo a un paio di commenti qui sopra, il fegato e la cipolla per me costituiscono un matrimonio perfetto.
      E se proprio vogliamo parlare di donne di sostanza caschi proprio come si suol dire a fagiuolo :)

      Elimina
  9. Mi piace questo kabab quintoquarto, il fegato di agnello è perfetto per preparazioni che lo vedono abbinato a sapori decisi e dolci allo stesso tempo e la nota pungente dell'aceto permette di armonizzare il tutto.
    Grandissima Mary, ma adesso sono curiosa di vedere cosa risponderà Cristian :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana! Cristian ho già risposto hai visto? Povera me :)))

      Elimina
  10. mia mamma mi obbligava a mangiare il fegato da piccola, ma mica me lo marinava nel prosecco... ecco perché non mi piaceva!!! ;)
    tu sei un genio, sempre e con qualsiasi ingrediente e ricetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi, peccato, se avesse saputo che te lo saresti mangiata volentieri con la marinatura sicuramente l'avrebbe fatta :)
      Un bacione grande!

      Elimina
  11. Lo sapevo che avresti tirato fuori un piatto da Grande Chef!!! Lo sapevo!!!!
    Questa è da provare, nella maniera più assoluta!!!
    Immensa Mari!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immensa tu Mapi, rispetto alla tua ricetta, che ho appena intravisto ma che mi voglio godere con calma, questa è di una banalità sconcertante mia cara, altroché :)

      Elimina
  12. che figata di fegato!! bel riferimento al figà co'e sego'e veneziano, brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figata di fegato suona bene :) sì, è proprio a quello veneziano che mi sono ispirata :)

      Elimina
  13. Il kebab di fegato è un'idea geniale e la mostarda di cipolle è così bella da far venire l'acquolina in bocca anche a me......che sono allergica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, allergica alla cipolla? Un vera disgrazia :(

      Elimina
  14. devo dire che mi piace molto quest'abbinamento spiedini di fegato e cipolla rossa molto interessante

    RispondiElimina
  15. Bellissimo il tuo spiedino con il fegato! Io il fegato lo mangio spesso (sono anemica....dicono faccia bene!) ma la cosa che mi piace di più è la mostarda!!!!! Mi sa che mi ci metto anch'io a farne qualcuna.
    Bravissima Mari,
    Bravissima davvero!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro la mostarda in genere, ci sono alimenti che proprio non potrei mangiare senza una mostrda ad accompagnarli :) Grazie Nora!

      Elimina
  16. Una meraviglia per la vista e immagino, per chi ha avuto il piacere di assaggiarlo, per il palato!

    RispondiElimina
  17. Ecco questo è quello che intendo io per rivisitazione: non troppe maniplazioni, una marinatura leggera e coerente con il sapore della carne, una cottura rispettosa- e un'idea geniale sviluppata benissimo. questo è il quinto quarto che offrirei in una cena in piedi, per dire, sicura di far superare i pregiudizi a chi li ha. Sulla mostarda di cipolle, sfondi mille porte aperte: c'è chi ruba la marmellata, io mangio quella, di nascosto... :-) Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti, ma perchè non la facciamo insieme una cena in piedi e prepariamo tante ricette tratte dall'MTC? :))) sai che divertimento :)
      Grazie Ale, un bacione!

      Elimina
  18. Ottimo per me una cosa da provare accostamento perfetto adoro il fegato e anche il resto che accompagna però.....dovrei mangiare sola e possibilmente usare una cucina fuori casa solo sentire l'odore del fegato non tanto delle cipolle maritozzo chiede divorzio quindi...mangio la tua foto
    Buona Pasqua cara a te e Famiglia.

    RispondiElimina
  19. E va beh cara Edvige, non tutti amano il fegato e chi non lo ama lo odia davvero, non è un gusto proprio facile da sopportare se non è nelle proprie corde, possiamo perdonare maritozzo dai :) e tu è meglio che non lo prepari se poi rischiate il divorzio, caso mai ti invito da noi se lo rifaccio ;)
    Un bacione e buona Pasqua anche a te e a tutt la famiglia.

    RispondiElimina
  20. Mari, quante volte dovrò ripetertelo che ti adoro??? Di questi ne mangerei a quintalate...e probabilmente anche mio marito che di quinto quarto mangia solo la trippa (e solo se presa dal suo macellaio, perché non si fida di quella del supermercato!).
    Quasi quasi provo a rifarlo. Nel freezer ho un quinto quarto di capretto e a giorni devo decidere a cosa sarò destinato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi il quinto quarto di capretto l'abbiamo fatto fuori a Pasqua :) io non ne vado particolarmente pazza, mentre mio marito sì, vedi, qui è un po' il contrario che da te :)

      Elimina
  21. Sempre bravissima ed impeccabile, hai cucinato una delle poche frattaglie che riesco ad affrontare, quindi ti ringrazio, sicuramente prenderò spunto da questa meraviglia per cucinare il fegato! Soprattutto poi l'idea molto fresh e fingerfood dello spiedino, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, devo dire che anch'io fra le interiora il fegato è forse quella che preferisco e poi con le cipolle mi piace molto.

      Elimina
  22. Io adoro il fegato, soprattutto con le cipolle.. e qui c'è tutto, solo con una grazia ed una forma a cui mai avrei pensato.
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, mi piace molto il fegato, soprattutto con le cipolle :) e quindi la ricetta è nata da sé

      Elimina
  23. Bellissima la tua proposta!
    Fegato e cipolle matrimonio perfetto... La dice lunga il famoso fegato alla veneziana... Ma il tuo abbinato con la cipolla rossa, in mostarda, mi piace veramente molto!
    E i colori!!? Bellissimo!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa! La cipolla rossa in effetti, oltre che particolarmente buona mi affascina sempre anche per il suo colore :)

      Elimina
  24. bellissima versione mari, quei kebab fanno venire voglia di fegato anche a chi non lo sopporta. e la mostarda di cipolla rossa è una meraviglia, non foss'altro che per il colore.
    mi piace un sacco, ma davvero un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe volte anche l'occhio vuole la sua parte, il fegato non è proprio bellissimo da vedere e magari proposto in un modo un po' diverso diventa più appetibile anche per chi non lo ama molto :)

      Elimina
  25. Appena finito di leggere e di ammirare, il lavoro di Cristian, eccomi qui a rimanere a bocca aperta sul tuo!!! Ma che meraviglia! La mostarda mi fa impazzire e la semplice genialità dei tuoi spiedini mi conquista senza speranza, visto che a me il fegato piace moltissimo. Grazie, un ottimo suggerimento per un nuovo modo di gustare un piatto che amo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena scritto sopra, mi sembrava un modo un po' diverso per rendere più "carino" e quindi più appetibile un alimento non troppo bello da vedere e magari invogliare all'assaggio anche chi non lo ama :)
      Anche a me piace da morire la mostarda :)

      Elimina