lunedì 4 novembre 2013

MINIFRICO DI GRUYÈRE, CECI E CUMINO CON SALSA AGRODOLCE ALLO YOGURT, CAROTE E LIME

 



Prima ancora di ricevere il pacco con i formaggi dalla Svizzera già avevo in mente più o meno quale sarebbe stata la mia proposta per il contest sui formaggi svizzeri, ovvero Swiss Cheese Parade di Tery del blog Peperoni e Patate.

Credo che tutti sappiano ormai che cosa sia il frico, uno dei piatti della tradizione friulana che meglio riesce ad  esaltare le caratteristiche e il sapore di un notissimo formaggio prodotto nelle stesse zone, il Montasio.
Ci tengo a fare questa premessa, perché sono molto attenta alla tipicità dei prodotti e delle ricette e portare il frico in Svizzera potrebbe innervosire qualcuno :)
Però a me piace anche giocare, con gli ingredienti e con la cucina, mischiando piatti e prodotti di luoghi diversi.
E il Gruyère mi portava sempre là con i pensieri, a quella frittatina, che una frittatina non è, di solo formaggio (o di formaggio e patate) così saporita, morbida e filante all'interno e croccante all'esterno. Ero sicura che con il Gruyère, dal sapore così caratteristico, ne sarebbe uscito un frico strepitoso e non mi sbagliavo. Ero quindi pronta a correre il rischio di un insuccesso perché non tutti i formaggi, per le loro caratteristiche, si prestano a questo tipo di preparazione.

Ma come rendere il frico una ricetta originale e in aggiunta anche uno street food, caratteristiche entrambe richieste per ciascun piatto partecipante a questa gara? Ed è così che le patate sono state sostituite con dei ceci, idea nata qualche tempo fa un po' per caso, quando nel fare un ripieno per dei ravioli (proprio a base di ceci e Montasio), me ne avanzò un bel po' e non essendo abituata a buttare via niente, ne provai a fare un frico alternativo. All'impasto inoltre ho aggiunto del cumino per renderlo leggermente speziato e le dimensioni sono state ridotte il più possibile in modo da ricavarne dei minifrico da passeggio, da gustare camminando.

Quindi si parte con il nostro bel cartoccetto pieno di minifrico sui quali è stata spruzzata una salsetta fresca, dolce e agra al contempo, a base di yogurt greco, carote e lime, che riesce ad esaltare il sapore del formaggio e ad alleggerire tutto l'insieme.

E chiudendo gli occhi, camminando e mangiando, possiamo finta di stare in Svizzera, oppure in Italia, o ancora in Medioriente.


MINIFRICO DI GRUYÈRE, CECI E CUMINO
CON SALSA AGRODOLCE ALLO YOGURT, CAROTE E LIME


Ingredienti per una decina di minifrico di circa 7 centimetri di diametro

per i minifrico
200 g di Gruyere
200 g di ceci cotti
1/2 cucchiaino di semi di cumino

per la salsa
1 carota
2 cucchiai di yogurt greco
il succo di 1 lime
1/2 cucchiaino di zucchero
un pizzico di sale

Tostate leggermente in una padella i semi di cumino quindi passateli al mortaio riducendoli in polvere.

Tagliate a pezzi il Gruyere e mettetelo insieme ai ceci e al cumino in un mixer; tritate il tutto fino ad ottenere un composto fine e compatto che farete riposare qualche minuto.

Nel frattempo preparate la salsa. Pulite e lessate la carota quindi frullatela insieme allo yogurt, al succo di lime, al sale e allo zucchero aggiungendo tanta acqua quanto ne sarà necessaria per ottenere una salsa piuttosto fluida ma non troppo liquida.

Preparate i frico. Appiattite il composto di formaggio e ceci su una spianatoia ricoperta di carta da forno con le mani o aiutandovi con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa uno o due centimetri e ricavatene con una formina dei dischi rotondi di circa sette centimetri di diametro.



Fate scaldare una padella quindi adagiatevi i dischetti di formaggio e fateli cuocere a fuoco vivo senza spostarli fino a che si sarà formata una crosticina dorata quindi girateli e fateli dorare anche sull'altro lato.

 

Servite i minifrico ancora caldi in un cartoccio irrorandoli con la salsa.

Con questa ricetto partecipo al contest sui formaggi svizzeri Swiss Cheese Parade. 

http://www.peperoniepatate.com/2013/09/swiss-cheese-parade-il-nuovo-contest.html


29 commenti:

  1. Alzo la mano, confesso: io non conoscevo il frico!! In effetti sono piuttosto ignorante riguardo la cucina delle tue parti, ed è anche per quello che mi piace tanto passare da te, imparo sempre cose nuove! Il frico “to go” mi piace da matti e hai fatto bene ad osare con il Gruyere e i ceci, chissà che buono! Sai che proprio stamattina ho guardato in dispensa e ho ancora da finire un mezzo pacchetto di farina di ceci, secondo te potrei sostituirla ai ceci cotti in qualche maniera? In bocca al lupo per il contest!! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... comunque non è proprio conosciutissimo il frico :)
      Con la farina non so, bisognerebbe cuocerla in qualche modo prima perchè il formaggio si fa molto velocemente, però con un po' di fantasia, e tu ce l'hai, qualcosa di buono ne esce fuori sicuramente.
      Ciao cara, grazie :)

      Elimina
    2. Beh... comunque non è proprio conosciutissimo il frico :)
      Con la farina non so, bisognerebbe cuocerla in qualche modo prima perchè il formaggio si fa molto velocemente, però con un po' di fantasia, e tu ce l'hai, qualcosa di buono ne esce fuori sicuramente.
      Ciao cara, grazie :)

      Elimina
  2. Mari, ma quanto mi piace la tua proposta!!! La salsa yogurt, carote e lime la trovo prefetta come accompagnamento... bravissima, sempre di più ;-)
    In bocca al lupo e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La salsetta dava un po' di freschezza al frico. Grazie Ale, crepi il lupo e un abbraccione!

      Elimina
  3. mia cara io non conoscevo queste prelibatezze friulane mi verrebbe da chiamarli fricos un po' alla spagnola quasi non so perche'...... ;-) ma mi fanno venire l'acquolina in bocca solo a quest'ora!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Ilaria...fricos, fantastico, suona benissimo :D
      Comunque si chiamino comunque sono buoni :)
      Un bacione a te!

      Elimina
  4. Il frico non l'ho mai provato, ma sono d'accordissimo sul fatto che anche il Gruyère ci possa stare. E poi a me piacciono un sacco queste variazioni sul tema, si scoprono sapori nuovi e ci si diverte.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripsetto a quelli tradizionali con il Montasio questi erano un po' diversi, il Gruyere ha un sapore molto particolare e concordo, anche a me piacciono le variazioni sul tema, mi diverte un sacco sperimentare :)

      Elimina
  5. complimenti per la creatività è un appetizer che faro presto mi piace sia la salsa che abbinamento ceci e gryuere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Günther. Sono anche abbastanza veloci e facili da fare e il risultato è ottimo :)

      Elimina
  6. E' bello rielaborare le ricette della tradizione sperimentando nuovi sapori, profumi.. E sono certa che questo frigo è super buono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a me piace mischiare un po' le ricette tradizionali e tipiche di un luogo con ingredienti di altri posti, ne vengono fuori cose interessanti :)

      Elimina
  7. Non credo che portare il frico in Svizzera possa "innervosire" qualcuno, io l'ho portato l'anno scorso, adoperando lo Sbrinz e non mi è sembrato che sia successo. Credo che unire l'Italia all'Europa, abbinare le nostre eccellenze con quelle degli altri sia cultura del cibo, crescita ed innovazione. Il tuo frico lo mangerei oggi a pranzo, rispettando prima un minuto di raccoglimento in segno di rispetto. Ciao e scusa se mi sono permessa di commentare :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa di cosa? Stai scherzando? Mi fa un immenso piacere il tuo commento :) Ma dai... anche tu hai fatto il frico svizzero? Non lo sapevo, allora sono contenta di non essere l'unica. Comunque hai ragione, la contaminazione in cucina è cultura del cibo, ma non tutti sono sempre d'accordo, è per questo che ho messo le mani avanti :)
      Ciao e grazie!

      Elimina
    2. Ciao, l'avevo fatto per il contest dell'anno scorso, quest'anno faccio da golosa spettatrice :-) Buon fine settimana :-)

      Elimina
    3. L'aggettivo goloso che hai usato ben si addice a questo contest :)
      Ciao e grazie ancora!

      Elimina
  8. Che bella questa ricetta!
    Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina! Sono contenta che ti sia piaciuta :)

      Elimina
  9. sto seriamente pensando che a non prender parte a questa swiss parade io mi sia persa parecchie cose..
    del resto però mi sarei sentita una nullità di fronte a ricette come la tua!
    sarà l' ora, sarà che sono assolutamente certa che mi piaccia da morire senza enanche averla assaggiata questa minifrittellina ma a me è aumentata la salivazione.
    ecco.
    bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ti sei persa tre chili di formaggio pazzesco :) a parte gli scherzi, questo formaggio svizzero è talmente buono che aguzza la fantasia e l'ingegno. E non farmi ridere con la storia della nullità...chi è che ha vinto l'ultima edizione della gara di cucina più appassionante del web?
      Un bacione!

      Elimina
  10. Putroppo del Frico ho sepre letto la ricetta ma non ho mai avuto il piacere di assaggiarlo (è nell'infinito elenco delle cose da fare) ma per la contaminazione io non mi scandalizzo.... giocare con gli ingredienti fa parte del divertimento!
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Claudette, è un vero divertimento, è un po' come giocare a mettere insieme cose diverse e vedere con curiosità che cosa ne viene fuori. Comunque il frico è velocissimo e facilissimo da fare, prova e vedrai (ed è pure buono)
      Ciao e grazie!

      Elimina
  11. Mai assaggiato il frico, ma ti ringrazio oer avermelo fatto conoscere...e che dire di quella salsina così interessante???meravigliosa direi...complimenti come sempre cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ale :) se ti capita prova a farlo e vedrai che bontà!

      Elimina
  12. Umamma....ogni volta che leggo una ricetta destinata a questo contest, resto con la bocca aperta per le bontà che sono state preparate. Qui mi hai proprio messo in ginocchio...io ne me scofanerei una carriola! Idea strabiliante, mi piace davvero tanto.
    In bocca al lupo tesoro.
    PS (non vedo l'ora di vedere il tuo nuovo bloggino! )
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io resto a bocca aperta quando vedo le altre ricette formaggiose (la tua per esempio è incredibile:)), sono una più bella dell'altra.
      Grazie Patty, un bacione!

      Elimina
  13. Mi piace anche se la salsa allo Yogurt con la carota mi convince poco: non ce la vedo come alternativa al sedano dello tsaziki. magari sbaglio, eh, e' solo una sensazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andy :) Ti dirò, a me non è dispiaciuta, la carota ha addolcito un po' l'acidità dello yogurt e del lime e il cumino ha fatto il resto. Ha un sapore molto diverso dal tzatziki, più delicato, ma in effetti per capirne il sapore sarebbe meglio assaggiarla :)

      Elimina