mercoledì 5 dicembre 2012

HUSH PUPPIES


Da quando la squadra dello starbooks mi ha fatto scoprire il libro di Martha Stewart, Martha’s American Food, è stato amore a prima lettura.
Durante il mese di settembre ne hanno proposto diverse ricette ogni settimana e ogni volta che le leggevo rimanevo a bocca aperta davanti allo schermo. Mi sono piaciute tutte talmente tanto che non ho potuto fare a meno di comprarmi il libro ;)

Avevo un’idea abbastanza superficiale della cucina statunitense e, devo ammettere, non troppo positiva. Pensavo infatti che nella maggior parte dei casi si trattasse di junk food.
Confesso di non essere mai stata negli States, anche se il sogno di tutta una vita è quello di un classico coast to coast, di quelli che ti fanno assaggiare fino in fondo ogni aspetto della cultura americana. Ma per attraversare l’Atlantico bisogna prendere un aereo e fin lì posso anche farcela, il punto è che dentro a quella maledetta scatoletta di lamiera bisogna starci dentro per ben sette ore o giù di lì. E io non mi sento ancora pronta per affrontare una simile tortura. Ma ce la farò…eccome se ce la farò!

Il libro di Martha Stewart mi ha aperto un mondo nuovo sulla cucina americana e mi ha fatto scoprire una cucina casalinga e ricca di colore e di sapore, e non, come pensavo, sempre piena di grassi e calorie.

Anche se la ricetta di oggi non è proprio leggerissima. Infatti, già che c’ero, dopo le mitiche arancine ho fritto nuovamente (il colesterolo ringrazia). E poi giuro, mi asterrò dalla frittura almeno per un anno.

Nel libro Martha’s American Food le ricette vengono divise per zone geografiche. Gli hush puppies fanno parte della cucina del sud est degli Stati Uniti, vengono solitamente preparati per accompagnare il pesce fritto e nel libro si narra che il loro nome buffo (letteralmente silenzio cuccioli) derivi dalle loro origini quando i cuochi del golfo della Florida, mentre cuocevano il pesce, per far star zitti i cani buttavano loro dei pezzetti della pastella che usavano per la frittura.
Fatto sta che questi hush puppies sono veramente strepitosi. Piccole crocchette rotonde a base di una pastella fatta con farina di mais e latticello e, in questo caso, con l’aggiunta di un po’ di cipolla e peperoncino.
Giuro, sono pericolosissimi, avete presente le ciliegie?

HUSH  PUPPIES


Ingredienti per quattro persone

170 g di farina di mais precotta
60 g di farina 00
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di sale
¼ di cucchiaino di peperoncino di cayenna
1 cipolla media
1 uovo
200 g di latticello
abbondante olio per friggere


NOTE
- come lievito io ho usato un lievito per dolci e salati a base di cremor tartaro, si trova facilmente al supermercato
- abitando vicino al confine con Austria e Slovenia non ho difficoltà a trovare il latticello (buttermilk in inglese o buttermilch in tedesco) ma se non lo trovaste mescolate insieme in parti uguali yogurt magro e latte fresco parzialmente scremato

PREPARAZIONE
Mischiate la farina di mais con la farina 00, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato, il sale e il peperoncino.

Grattugiate la cipolla in un altro recipiente ricavandone l’equivalente di tre cucchiai, aggiungete l’uovo e il latticello, mescolate il tutto e unitelo alla mistura di farina ricavandone una pastella che dovrà avere una consistenza simile a quella dei pancakes.

Scaldate in un tegame largo e profondo dell'olio profondo circa una decina di centimetri.

Versate nell’olio caldo la pastella facendola cadere da un cucchiaio e friggete gli hush puppies pochi alla volta, girandoli ogni tanto, per circa quattro o cinque minuti fino a che diventano dorati.

Sgocciolate gli hush puppies su della carta assorbente e teneteli in caldo nel forno fino a che non finirete di friggerli tutti.

Serviteli caldi.



10 commenti:

  1. A prima vista, sembrano le polpette di mia nonna :D Devono essere davvero buoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la forma è proprio quella di una polpettina e sì, sono buonissimi! Ciao e grazie :)

      Elimina
  2. Che belli!! sai che mi ricordano molto le pittule salentine? le hai mai mangiate? sono eccezionali, come questi hush puppies! bellissimi e invitanti, perfetti per un aperitivo eh?
    Bacioni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che le ho mangiate le pittule e le faccio pure ogni tanto ;) mio marito è un salentino doc e quindi qualche volta gliele preparo, sono eccezionali! Questi hush puppies sono un po' più piccoli delle pittule, anche se la forma è la stessa e come quelle vengono fritti, ma il sapore è abbastanza diverso perchè prevale molto la farina di mais, è molto particolare, sembra di mangiare bocconcini lievitati di polenta fritti. Ciao Francy :)

      Elimina
  3. non conoscevo questa belle e piacevole ricetta, da provare decisamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Günther, in effetti sono veramente molto gustosi!

      Elimina
  4. Immagino che nel ricettario ci sia anche l'Apple Butter: provalo! Col burro non ha niente a che vedere (e quindi puoi stare tranquilla per quanto riguarda il colesterolo) ed è una vera delizia .... A presto, Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caludette! No, non mi pare che ci sia l'Apple Butter...andrò a vedere, mi hai incuriosito, se poi il colesterolo non è a rischio devo proprio indagare ;) Ciao cara e a presto!

      Elimina
  5. Questi hush puppies si che sono uno tira l'altro come le ciliegie, carinissimo il nome...:)
    Assolutamente da provare!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peggio, molto peggio delle ciliegie e decisamente molto meno sani, però, come tutte le cose che fanno ingrassare e non sono molto salutari, sono buonissimi!

      Elimina