sabato 15 giugno 2013

È TEMPO DI INSALATE!



C’è un momento giusto per ogni cosa.

C’è il tempo della pesantezza, della riflessione, della compostezza e della serietà.

E c’è il tempo della leggerezza, della frivolezza, del divertimento sfrenato e della freschezza.

Oggi è tempo di insalate, ispirandosi a un’epoca caratterizzata dall’ottimismo, dalla voglia di vivere, dal benessere e dalla spensieratezza, la Belle Époque, partendo dalla Caesar Salad e lasciandosi trascinare da tutte le insalate nate in quel periodo, capolavori di ricercatezza e di equilibrio.
Il nostro punto di riferimento questo mese è il simpaticissimo Leo, un altro marito alle prese con l'MTC (povera Mai come ti capisco), detto anche il cozzaro e ultimamente conosciuto anche come cozzaman, il supereroe dalla corazza mitiliforme, capace di pulire ed aprire a crudo ben 7 chili di cozze in un mese. Conosco solo un’altra persona sulla faccia della terra capace di fare altrettanto ;)

Leo è colui che ha incantato mio marito con la sua versione di taieddhra e che pertanto ha vinto meritatamente l’MTC del mese scorso e che quindi ci ha proposto la sua ricetta disintossicante: la Caesar Salad.

Il problema è che non sempre insalata è sinonimo di leggerezza (basti pensare all’insalata russa), soprattutto se con un’insalata si vuole preparare un signor piatto (niente foglioline solitarie e poco condite per intenderci).

Però se insalata non sempre è sinonimo di leggerezza, almeno per me è sinonimo di freschezza e con l’arrivo finalmente dell’estate è proprio quello che ci vuole.

INSALATA CON POLLO, QUENELLE DI FORMAGGIO ALLE NOCI E ALBICOCCHE ALLA PIASTRA
CON DRESSING ALL’OLIO DI SEMI DI ZUCCA


 

Ingredienti

per l’insalata
1 cespo di lattuga romana
200 g di petto di pollo
5 albicocche
100 g di robiola
50 g di caprino
10 noci
1 frisella di semola di grano duro

per il dressing
3 cucchiai di olio di semi di zucca
1 cucchiaio di aceto di mele
20 g di caprino
1 cucchiaino di miele
sale e pepe

Lavate le albicocche, tagliatele a metà e levatene il nocciolo. Scaldate una piastra e mettetele a cuocere dal lato piatto per qualche minuto, fino a che avranno formato una crosticina dorata, tagliate ciascuna metà di albicocca in altre due parti e mettetele da parte.

Sgusciate le noci e tagliatele con un coltello grossolanamente.

Mescolate la robiola con il caprino fino ad ottenere una crema omogenea e con l’aiuto di due cucchiai formate delle quenelle che andrete a passare delicatamente nelle noci tritate.

Lavate e tagliate la lattuga romana e disponetela nei piatti.

Preparate il dressing emulsionando tutti gli ingredienti.

Cuocete il petto di pollo su una piastra calda e tagliatelo a strisce.

Disponete sopra l’insalata le quenelle di formaggio, gli spicchi di albicocca e le strisce di pollo.

Spezzettate la frisella e aggiungetela all'insalata.

Condite con il dressing.



Con questa ricetta partecipo all’MTC di giugno 2013, la Caesar Salad di Leo.




48 commenti:

  1. Mi piace tutto! Le diverse consistenze, i colori l'abbinamento con le albicocche...insomma mi piace!

    RispondiElimina
  2. E' tempo di applausi...anzi no, facciamo una ola...siamo in tanti)))))

    RispondiElimina
  3. Bella, Mari, accipicchia... fresca, ma "decisa", mi verrebbe da dire... perchè è proprio un piatto di carattere: se fosse un quadro, parlerei di pennellate dense, di campature, quasi, da tanto netti sono i sapori degli ingredienti portanti.e però, come nei quadri, c'è una concezione d'insieme, data da questo costante richiamo all'equilibrio dei sapori, con la nota acida sempre smorzata, e delle consistenze. Piatto da grandi chef- ma tu, lo sappiamo, non sei da meno. Mi associo alla ola, naturalmente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, sempre carinissima, anzi... di più :)

      Elimina
  4. come al solito mi stupisci sempre e questa versione di caesar mi piace davvero un sacco come tutte le cose che fai sempre...complimenti!

    RispondiElimina
  5. > Conosco solo un’altra persona sulla faccia della terra capace di fare altrettanto
    Sarà per questo che l'ha conquistato? :D
    La tua insalata è fantastica, sei troppo brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Elisa... mi sa che tra cozzari ci si intende :)
      Grazie mille!

      Elimina
  6. mi piace proprio l'aggiunta della frutta :) brava non ti smentisci mai

    RispondiElimina
  7. Inannzitutto voglio dirti che le tue foto sono sempre bellissime, ma queste sono strepitose! quel piatto color rosso intenso è stupendo e la composizione della tua insalata ha fatto il resto. L'ho letta due volte la ricetta, cercando di immaginare i sapori dei formaggi con le noci, dell'albicocca alla piastra, del pollo.. che poesia mia cara! e quel tocco croccante con la frisella, un capolavoro! bravissima, come sempre! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel piatto piace tanto anche a me :) ha un bellissimo colore. Grazie mille cara per tutti i tuoi graditissimi complimenti. Un bacione!

      Elimina
  8. ecco le albicocche non mi sarebbe mai venuto in mente di metterle nell'insalata!
    ma penso proprio che ci stiano d'incanto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... ma tu ci hai messo il melone no? Siamo pari ;)

      Elimina
  9. Mari grazie del commento... molto gradito da te che mi sembri maestra in insalate.. la tua è strepitosa!
    Adoro le insalate con pollo e frutta, albicocche alla piastra geniale!
    Io volevo provare con della frutta ma in casa non ne avevo, allora mi sono attrezzata diversamente!
    Buona serata!
    E segno la ricetta molto appetitosa e ben presentata davvero..
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, non sono assolutamente maestra di insalate :)
      La frutta ci sta bene ma le insalate sono belle proprio perchè versatili e ci si può ingegnare a prepararle con qualsiasi cosa, la tua mi è piaciuta molto.
      Ciao :)

      Elimina
  10. Ecco, lo sapevo.
    Figuriamoci se la Mari ti propone un'insalata qualunque.
    Lei ci mette le albicocche grigliate, le quenelle di formaggio, un dressing di tutto rispetto... e io mi vado a nascondere. Con una bella ciotola di questa meraviglia in mano, s'intende: non vorrai mica che pianga a digiuno! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu invece Mapi sì che l'hai proposta un'insalata qualunque vero? :)))
      Sono io che mi vado a nascondere piuttosto e con una ciotola della tua :D
      Un bacione!

      Elimina
  11. Questa si che è' una Signora insalata e poi a me fa impazzire l'olio di semi di zucca con quel suo colore così intenso .....me lo sono portato anche qui a a bilbao ma poi è' finito..... E le quenelles gli danno quel tocco di francese che fa tres chic ;-)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ila, anche a me fa impazzire l'olio di semi di zucca e nelle insalate ci sta benissimo, soprattutto quelle belle ricche e miste. Ma purtroppo non si trova dappertutto (io lo prendo in Austria) e dura sempre troppo poco.
      Un bacione!

      Elimina
  12. ciao cara, sei stata nominata...diciamo che la ricetta è dedicata a te! bacio!

    RispondiElimina
  13. Arrivata da te tramite Ale devo dire che ho fatto une bellissima scoperta, perchè il tuo blog è pieno di bellissime ricette! complimenti è un piacere conoscerti e seguirti :D
    Un abbraccio ed a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel regalo mi ha fatto Ale oggi vero? L'ho già ringraziata da lei per avermi fatto questo omaggio e ora dovrei ringraziarla nuovamente per avermi fatto conoscere nuove amiche :)
      Grazie mille e a presto!

      Elimina
  14. Come daniela sopra di me arrivata anch'io da te tramite Ale...che bel blog e che insalata favolosa...devo provare a fare le albicocche sulla piastra!!gnammy! buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Benvenuta e anche a te dico la stessa cosa che ho detto a Dani qui sopra :)
      Le albicocche alla piastra sono una vera goduria, soprattutto come abbinamento a piatti salati.
      Grazie per la visita :)

      Elimina
  15. non ho mai osato con la frutta in insalata...

    provero'!

    selene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace un sacco, soprattutto se la frutta è un po' acidina.
      Ciao Selene e grazie!

      Elimina
  16. ciao lasagna pazza, allora sei tu la moglie di cristian...come ti capisco. poveretta hahaha. va be. parliamo della tua ricetta. devo dire che sono stato molto colpito. E' una signora insalata. mi piace l'idea delle albicocche che con il pollo stanno davvero bene. (tipico catalano direbbe la mai).davvero incredibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì caro Cozzaman, sono proprio io, colei che ancora si deve riprendere dall'esperienza traumatica del mese scorso :)
      Grazie mille!

      Elimina
  17. Ciao lasagna pazza, davvero una bella insalata completa.... In bocca al lupo!!!
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  18. Mari tu hai perfettamente ragione: l'insalata è il simbolo dell'estate. E questa tua interpretazione è fantastica: io poi amo il pollo in tutte le sue versioni, così come quelle quenelle! ma sai che voi pazze dell'MTC mi mancate proprio??? che torni prima o poi?
    Bacino! Sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sere!!! Ciao carissima :) sei tu che manchi a noi! Un bacione :*

      Elimina
  19. ...in effetti da una marea di spunti creativi: ed io che l'avevo sottovalutata!! cri

    RispondiElimina
  20. Ma lo sai che anch'io? E poi, quando ho cominciato a pensare ma che ci metto in questa insalata? mi sono venute come d'incanto mille idee :)

    RispondiElimina
  21. wow che sapori!
    wow che colori!
    è bellissima mari. nient'altro.
    anzi si, qualcosa si. dev'essere buonissima.

    RispondiElimina
  22. Ciaoooo queste insalate e gli Austriaci ne sono maestri. Una parte importante del loro Menù sono proprio le insalata abbinate con filetti di pollo avvolti in una ppanatura di semi di sesano e cotti al forno o fritti (farò delle ricette su quelle mangiate), l'ultima un insalatina delicata anche da foglie piccole di erbette con gamberoni alla piastria favolosa..... buona anche questa. Io questa la dividerei per me una volta con pollo, una volta con robiola ecc. le adoro.
    Bacione mia cara finalmente posso rispondere la connessione di casa è super.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige! Le conosco anch'io le insalate austriache e le adoro, sono tra le cose più buone che della cucina austriaca, peraltro ottima, poco conosciuta e sottovalutata. E poi ci ho messo l'olio di semi di zucca hai visto?
      Hai ragione, io l'ho fatta molto ricca, si potrebbe benissimo preparare solo con il pollo o solo con il formaggio.
      Un bacione!

      Elimina
  23. tempo d'insalata cosi gustose e ricche mi piace molto abbinamento formaggio e con le albicocche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è proprio tempo di insalate, niente di meglio in questo periodo. Ciao e grazie!

      Elimina
  24. Curioso l'inserimento delle albicocche...il gusto m'intriga e non poco! Complimenti! Anche per il tuo splendido blog...

    Volevo invitarti, se ti fa piacere, a partecipare al mio nuovo contest che ha come tema le insalate estive aventi come protagonista i legumi o i cereali o i semi oleosi:
    http://kucinadikiara.blogspot.it/2013/06/il-nuovo-contest-cereali-in-insalata_5.html

    Grazie mille e buona giornata,
    Chiara

    RispondiElimina